SABATO 2 OTTOBRE – MONTE CRAVI’ E CASTELLO DELLA PIETRA

SABATO 2 OTTOBRE – MONTE CRAVI’ E CASTELLO DELLA PIETRA


DATA 02/10/2021

Aggiungi a Google Calendar

LUOGO

CITTA'

Vobbia (GE)

LOCALITA'

QUOTE

Quota Pullman Soci CAI:

23.00€

Quota Pullman Non Soci*:

35.00€

NOTE:

*il costo per i non soci comprende la quota assicurativa (soccorso alpino + infortuni)

ORGANIZZATORE

DETTAGLIO ATTIVITÀ

Escursione nel cuore dell’Appennino Ligure

Gita in collaborazione con il CAI di Trezzo sull’Adda

La meta principale di questa escursione è il Castello della Pietra: una fortificazione medievale, presumibilmente risalente al XII secolo, incastonata tra due speroni di conglomerato roccioso, raggiungibile tramite il Sentiero dei Castellani, un’antica via medioevale dai molteplici contenuti storici, culturali e naturalistici. Purtroppo per via delle normative Anti-Covid attualmente in vigore non potremo visitare all’interno il castello, ma in compenso avremo modo di proseguire il cammino fino alla boscosa vetta del monte Cravì .

Note importanti: la gita verrà effettuata in pullman ed è obbligatorio essere in possesso del Greenpass. In questa escursione saremo accompagnati dalla Guida Alpina Giuseppe Daccomi. L’organizzazione si riserva la facoltà di apportare in qualsiasi momento delle modifiche al programma indicato, in base alle condizioni ambientali e meteorologiche e alle caratteristiche dei partecipanti.

Itinerario: Dal paese di Vobbia (475 m) seguiamo il segnavia croce gialla che indica la direzione per immettersi nel Sentiero dei Castellani, che inizia presso località Torre (490 m) e che segue l’andamento sinuoso del canyon scavato dal torrente Vobbia.

La prima tappa è il Poggetto, uno sperone di roccia con splendida vista sull’abitato di Vobbia. Complice l’esposizione a sud, si attraversa un ambiente caldo e secco, dove affiorano i Calcari dell’Antola e su cui ha radicato la vegetazione amante delle zone assolate, come piante aromatiche e numerose specie di orchidee.

Proseguendo sul sentiero incontreremo i resti di un “Secchereccio”, edificio utilizzato all’epoca per essiccare le castagne, e subito dopo una “Carbonaia”, ovvero, quella piazzola dove si operava la produzione del carbone vegetale.

Cambia ora il tipo di roccia: si passa dai Calcari dell’Antola al conglomerato con le spettacolari Rocche del Reopasso, che incombono sempre di più su di noi. Nel frattempo entriamo nella gola scavata dal torrente Vobbia, immersi nel fresco e fitto bosco, che poi si apre con un bello scorcio sul castello della Pietra. Si rientra nuovamente nel bosco per poi sbucare proprio sotto al castello.

Dopo aver ammirato da vicino il castello, la nostra escursione prosegue lungo una stradina asfaltata che diventa poi una mulattiera, che offre graziosi scorci sul Castello della Pietra. Dopo un paio di tornanti la mulattiera si trasforma in un sentiero e ci addentriamo nella boscaglia più fitta sino a ritrovarci su un crinale da cui è possibile scorgere alcune cime dell’arco alpino quali il Monviso, il Rocciamelone e il Gran Paradiso, mentre in “vicinanza” una serie di vette, il Monte Reale, il Monte Ebro, il Cavalmurone, il Monte Legnà e il Monte Carmo. Seguiamo la traccia sino a raggiungere la cima del Monte Cravì (990 m), una vetta boscosa e priva di particolari panorami, ma che vista la stagione autunnale ci offrirà sicuramente dei bellissimi colori!
Siamo così giunti al termine del nostro articolato itinerario, dove avremo attraversato ed
apprezzato un ambiente naturale di pregio, paesaggi e luoghi ricchi di storia e di curiosità visitando alcune delle mete più intriganti dell’Appennino Ligure.


INFORMAZIONI ORGANIZZATIVE


  • QUOTA PARTENZA : 475 m

  • QUOTA ARRIVO : 990 m

  • DISLIVELLO : 650 m

  • TEMPO DI PERCORRENZA : 4.30 ore


TERMINI DI ISCRIZIONE


  • IMPORTANTE : Recarsi in sede per iscrizione e pagamento quota pullman entro GIOVEDI' 23 SETTEMBRE

SOCIAL NETWORK

Condividi